Dalle strade del vino alle Grotte di Frasassi

Tour in Vespa alla scoperta di una delle tante d’eccellenza di tradizione agrivinicola delle Marche, i colli intorno alla città di Jesi con i suoi paesini (chiamati Castelli).

Qui si produce il Verdicchio, uno dei più apprezzati vini italiani nel mondo.

Questi “percorsi del vino” attraversano un territorio di straordinaria suggestione ricco di piccoli borghi arroccati su alture, chiese e monasteri risalenti all’ Alto Medioevo, decine di cantine, enoteche e musei dedicati alla storia e alle tradizioni di questi luoghi, in cui la saggezza e la tenacia della civiltà contadina hanno saputo creare nei secoli un perfetto connubio tra uomo e ambiente.

Le prime due giornate del tour si svolgono lungo stradine solitarie e poco trafficate in un saliscendi divertente ed emozionante, esplorando una campagna di bellezza sublime, i cui paesaggi mutano continuamente tra geometrie colorate di campi coltivati e vigneti che si perdono all’orizzonte tra verdi e dolci colline.

Nella terza giornata ci addentreremo nel parco Gola della Rossa e di Frasassi, un territorio di eccezionale valore naturalistico, costellato da piccoli e antichi castelli abbarbicati sulle pendici di monti ricoperti da fitte boscaglie che sovrastano gole spettacolari scavate dalla impetuosa forza dei fiumi, isolate e silenziose vallette custodi di eremi e abbazie-fortezze millenari, solitari e verdi pascoli d’alta quota, fino a raggiungere il suo cuore pulsante: le Grotte di Frasassi, tra le mete più visitate della regione, la sfavillante gemma in cima alla corona.

A noi però non basta certo un solo gioiello, vogliamo scoprire l’intero tesoro!

Un tesoro che cercheremo nei borghi fortificati, veri e propri scrigni di arte e storia, il cui passato medioevale riaffiora con tutto il suo fascino e il suo mistero in toponimi e leggende popolari, nelle fantasiose opere dell’uomo incastonate in questo ambiente montano aspro e arcigno che esploreremo lungo strade tortuose ma sicure in quasi totale assenza di traffico, nelle rive di fiumi dalle acque sulfuree o in paesini di pastori semi abbandonati d’alta montagna dove sostare per un picnic.


Gli itinerari